Il Museo

Il Museo di Scienze Veterinarie si compone di due sezioni:

- quella dedicata alla storia della medicina veterinaria, illustrata attraverso strumenti, ferri chirurgici, libri, documenti

- quella parassitologica e anatomopatologica, meglio nota come "Museo Perroncito", dal nome del professore che si dedicò alla costruzione della raccolta di parassiti che vi è custodita.

Aperto al pubblico nel 2016, dopo un riallestimento, nel 2017 il Museo ha aderito al Sistema Museale d'Ateneo quale "museo associato"  ed è divenuto socio istituzionale dell'Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e sede dell'Associazione Italiana di Storia della Medicina Veterinaria e della Mascalcia (A.I.S.Me.Ve.M.), con la quale collabora per l'organizzazione di seminari, mostre e convegni.

Alle attività di terza missione, quali visite guidate e particolari iniziative volte alla comunicazione della scienza, il Museo affianca il supporto per la ricerca degli studiosi, a livello locale e nazionale.  

Maggiori dettagli sulle collezioni del Museo sono disponibili nella sezione Storia